Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘università’

Forra del Travignolo

Forra del Travignolo

Buone vacanze a tutti!

Io purtroppo ho appena finito le mie… poco più di una settimana in montagna, non so se basterà come recupero; peraltro è stata una faticaccia su e giù per i monti…

Ora si prepara una mesata a morire, specie dopo la pubblicazione dei risultati delle graduatorie di dottrato: sono passato! Ergo, entro dicembre bisogna chiudere con tutto, e sarà un notevole impegno concludere tutti gli esami qui a settembre (magari sul presto). Ma tant’è…

Tempo da lupi

Tempo da lupi

La risoluzione non è altissima, ma come tempo faceva molto “Il 13mo guerriero”, anche se nessun drago infuocato è sceso dal monte…

Advertisements

Read Full Post »

Tre giorni fa ho dato l’esame di Linguaggi Formali e Compilatori, la parte teorica (speriamo bene!), ed è stato l’ennesimo esame fatto di corsa: due ore e mezzo per fare tutti gli otto esercizi, senza alcuna possibilità di ricontrollare alcunchè, pena l’impossibilità di concludere tutto entro il tempo stabilito.

Ora, questo è stato l’ennesimo corso in cui si decide di far selezione soprattutto sulla velocità, piuttosto che sulla difficoltà degli esercizi (che comunque non erano banali, intendiamoci): ma possibile che non ci sia un modo più umano per selezionare la preparazione degli studenti? Tenendo presente che la stragrande maggioranza di noi informatici (ma di tutti gli studenti in generale, direi) non dovrà mai risolvere un problema informatico in 15 minuti (salvo qualche lavoro estremamente particolare), allora perchè in un esame devo fare così?

Io sinceramente preferisco pensare ad un problema, eseguirlo e poi ricontrollarlo, anche perchè spesso lascio indietro qualche dettaglio; posso, ad esempio, pensare all’esame di elettronica: sono quattro esercizi in tre ore, se sai tutto e molto bene il compito lo concludi in due ore, altrimenti hai comunque un po’ di margine per pensare al da farsi ed arrivare ad una soluzione.

Perchè quindi non puntare ad esercizi magari un po’ più complessi, ma risolvibili in un tempo umano?

Read Full Post »

Stanotte sono incazzato, e forse questo post farà incazzare qualcun altro, ma onestamente è ora di dire quello che va detto.

Due anni fa abbiamo iniziato, qui al Politecnico, una nuova esperienza: uno Student Branch di IEEE (la più grande associazione di divulgazione scientifica in ambito tecnologico, attiva da 125 anni in tutto il mondo). Al primo incontro saremo stati almeno una quarantina, entusiasti di partecipare ad un gruppo internazionale di questa portata; ci siamo iscritti, pagando dei soldi, direttamente all’associazione internazionale, questo per dimostrare l’impegno iniziale non solo di “volontariato”.

L”emozione di quei primi giorni era palpabile: abbiamo creato un giornalino (addirittura rischiando uno scisma tra noi stessi), collaborando perfino con un’università francese, e ricordo che si pensava in grande: la possibilità di invitare personaggi famosi, poter usare il nome di IEEE per dare peso alle conferenze; avevamo addirittura pensato di riunire lo Student Branch con il POuL.

Poi, così com’è nato, il gruppo è morto.

Dopo i primi diciamo tre mesi? Quattro? Non c’è stato più un incontro, un evento organizzato, nulla: io ed altre persone, attive nelle associazioni studentesche, eravamo presi a dare nuova linfa al POuL stesso, e nessun altro è stato in grado di motivare adeguatamente l’interesse verso le opportunità offerte dal gruppo, vuoi per un motivo vuoi per l’altro (salvo riproporre ogni tanto iniziative esterne supportate attraverso IEEE, più come manovra pubblicitaria che per altre motivazioni).

La cosa incredibile è che veniamo addirittura pubblicati sul giornalino della regione 8, e parlo di qualche mese fa, come se portassimo ancora avanti qualche attività, e per cosa poi: per aver celebrato il 125mo anniversario di IEEE. In un evento con conferenzieri importanti, tra cui addirittura la persona che ha portato il primo calcolatore nella nostra università, un momento che avrebbe dovuto riunire secondo me come minimo l’intero dipartimento, dato che tutti lì dentro devono qualcosa a questa persona, in termini di eredità storica, ebbene in questo evento 20 persone si sono presentate come pubblico. Venti.

Ed è questa la cosa peggiore: vedere un’iniziativa iniziata sotto i migliori auspici, con un nome alle spalle, ottime possibilità “logistiche”, insomma un potenziale notevole, essere stata prima proposta con entusiasmo, poi abbandonata non appena gli interessi sono cambiati, estratta dalla naftalina solo quando fa comodo ed infine lasciata definitivamente a marcire.

E sì, sicuramente ognuno si prenderà le sue responsabilità, ma è una cosa veramente triste, e che provoca un certo dispiacere. E già vedo i miei detrattori, che magari mi chiederanno cosa ho fatto io per essa: io ho scritto per l’unico numero del giornalino, ci sono stato quando c’era bisogno per dare una mano in giro per Milano, e ci sarei stato in qualunque evento organizzato, in qualunque momento; allo stesso modo, potrei ancora esserci: la domanda da porci, tuttavia è se veramente c’è gente disposta a sbattersi adeguatamente o meno per questa iniziativa. E leggendo la mailing list del gruppo, forse non è più così.

Read Full Post »

… ed avrò dato un altro esame, e poi sulla strada della preparazione per l’ultimo della sessione, lunedì 20…

Sto tenendo un sacco di cose in sospeso: ho un paio di post in ballo, uno su alcune riflessioni riguardo la laurea specialistica al Poli, emerse dai dialoghi con un po’ di amici, un altro invece sulla questione C# vs. resto del mondo, seppur da un punto di vista squisitamente da developer; ho anche il gsoc a rilento, sono molto vicino ad un’importante milestone (che festeggerò con uno screencast, se tutto va come si deve), è lì ad un paio di righe di codice, ma non riesco ancora ad affondare…

Attendete fiduciosi!

Read Full Post »

Mi sono accorto che è da parecchio che non parlo più di università: le ultime riflessioni sono sempre state su di me o sul progetto per Google o musica, comunque è ora di rispolverare un po’ le conoscenze sull’argomento.

Questa settimana sono finalmente uscite le date degli esami estivi, e così il piano di battaglia si sta delineando: ci sono tra i 20 ed i 25 crediti che mi aspettano a cavallo tra giugno e luglio, ed altri 10/15 a settembre; il tutto in parallelo con il Summer of Code (pagato, quindi va necessariamente portato avanti in parallelo). Robotica 2, DB2, filosofia, meccanica…

Se tutto va bene, un discreto passo avanti verso la laurea mi aspetta nella prossima mesata e mezza, solita estate di studio ma se non ci sono sorprese darà i risultati sperati 🙂

Read Full Post »

Polinux

Polinux

Read Full Post »

Sto scrivendo poco in questi giorni, ma l’inizio del semestre ha portato con sè almeno 3 scadenze nuove, tra lavoro, POuL ed università stessa, tali per cui ho veramente molto da fare e preferisco passare lontano dal PC i pochi momenti liberi che rimangono.

In Ufficio Web abbiamo il nuovo polimi in ballo, e questo comporta sperimentazioni furiose col buon Typo3 per far funzionare la navigazione faceted (così brutto il termine italiano…) e tutta una serie di importazioni di dati dall’esistente; sono già arrivato ad un terzo delle mie ore…

Al POuL abbiamo in ballo la pubblicazione di Polinux, in vista della conferenza del 19 marzo (di cui presto pubblicherò la notizia sul sito), in cui tra l’altro sono uno dei relatori, di conseguenza bisogna fare gli ultimi test e preparativi per sfornare la ISO ufficiale.

In università, infine, a parte i corsi appena iniziati e le materie cannate alla passata sessione d’esami, sto tentando la partecipazione al Google Summer of Code 2009, con un’application che coinvolge una delle idee proposte nell’ambito di KDE e Nepomuk; sto iniziando a guardare le prime API e capire se e come si può realizzare la proposta, così da scrivere il dettaglio ed averlo pronto e controllato il prima possibile… incrociamo le dita, intanto!

Nel frattempo, il mio portatile ha ricevuto sentenza definitiva e di conseguenza al momento sono in fase di transizione pure lì, un casino…

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »