Feeds:
Posts
Comments

Posts Tagged ‘Ubuntu’

If, someday, your Intel-equipped computer should stop having OpenGL working in the X session, it may be due to the (completely useless) installation of NVidia/ATI drivers… so, open a shell and type in as follows:

sudo apt-get purge nvidia*
sudo apt-get purge fglrx*
sudo apt-get install –reinstall xserver-xorg-video-intel libgl1-mesa-glx libgl1-mesa-dri xserver-xorg-core
sudo dpkg-reconfigure xserver-xorg
sudo update-alternatives –remove gl_conf /usr/lib/nvidia-current/ld.so.conf

Advertisements

Read Full Post »

A couple of weeks ago, a new major version of the Erlang runtime system and libraries has been released, and after its inclusion in the Experimental branch of Debian, I have ported it to Ubuntu 11.10 and published the packages on my PPA.

The packages are the same of the Debian release, I have not changed anything; I don’t know if I will have time to backport it to the previous Ubuntu releases, especially because I am not using them anymore. As usual, IWFM:  if you experience any problems, you can report them to me, but as I am not an official maintainer, I don’t know if I will be able to solve them 🙂

Read Full Post »

Ebbene sì: proprio io, il laudator maximo di KDE e Ubuntu, sto per scrivere un rant. E devo ammettere che la cosa è successa un po’ per caso, essenzialmente perchè per la prima volta sto configurando un PC per uso di tutta la casa, quindi essenzialmente multiutente e con un utente in particolare semplificato il più possibile, così da permettere anche ai miei genitori di fare task estremamente semplici (in particolare, navigazione Web).

Pronto e carico, stamattina decido di installare Kubuntu 11.10: avevo già messo su la 11.04 in precedenza in quel PC, ma c’era Gnome e preferivo avere KDE per avere un ambiente desktop che assomigli a Windows e non a Mac, per favorire appunto il newbie della situazione. L’installazione va smooth, come al solito del resto, ma è al momento della configurazione che appaiono i problemi, che mi fanno dire appunto che un sistema del genere non è certo pronto a reggere il confronto con gli altri già nominati. Per la cronaca: il rant è rivolto sia a Kubuntu che a KDE.

Nell’ordine:

  • creo i 3 utenti del sistema: quello dei 3 che verrà usato dai miei vorrei che fosse creato senza password (ovviamente non è amministratore del sistema), dato che non c’è motivo di inserirne una. System settings non si lamenta, e fin qui tutto bene.
  • Tento di fare login con i nuovi utenti: KDM mi costringe a cambiare la password al primo login di tutti, senza che io glielo avessi chiesto. Torno in System settings, ma da nessuna parte trovo l’opzione per disattivare questo comportamento. Prendo atto, riapro la gestione degli utenti, metto password a caso e torno a provare il login. A questo punto inserisco le password definitive, ma sono costretto a darne una anche all’utente che non doveva averne, dato che KDM non accetta campi vuoti. Tanto per fare un esempio, in Gnome posso configurare utenti con e senza password senza alcun problema.
  • Il tema di login predefinito di KDM (e l’unico installato) non mostra i tre utenti, ma costringe a scrivere sia il nome utente che la password. Non c’è modo di cambiare questa cosa, se non installando (forse) un altro tema. Peraltro, se si scaricano ed installano nuovi temi dalla pratica finestrella di System settings, questi non appaiono nell’elenco (forse dopo un riavvio, ma devo controllare).
  • Rekonq è il browser di default di Kubuntu. Rekonq? Ma ci prendiamo per i fondelli? Per carità, se cerchi Firefox trovi l’installer, ma Rekonq è una cavolata fatta più o meno per caso e probabilmente ancora instabile, vogliamo veramente rifilare questo catorcio ai nuovi utenti?
  • KDE notifica con warning, al termine del login di chiunque, che la cartella $HOME/.kde/share/apps/korganizer/contacts (o qualcosa del genere) non esiste. Bè, e allora? Non esiste perchè nessuno di noi usa un gestore dei contatti, non vedo cosa gli possa interessare al sistema se tale cartella non c’è.
  • Imposto un utente con il desktop a vista delle cartelle (aka come un desktop normale), e inserisco alcune icone. Ora, a parte il fatto che le icone hanno dimensioni diverse l’una rispetto all’altra, resta il fatto che se voglio dare all’utente la possibilità di muoverle, devo lasciare sbloccati gli widget, e questo fa sì che ogni volta che si va sopra un’icona esca la barra laterale per spostarla, e se non voglio che appaia questa cosa (che francamente è inguardabile se esce ogni volta che si muove il mouse sul desktop) devo bloccare gli widget, rendendo impossibile muovere le icone. Ora, la barra in trasparenza va benissimo per configurare i plasmoidi e per muoverli, ma per le icone è veramente inutile per non dire pessima da un punto di vista visivo.

Per quanto mi riguarda, uno qualunque di questi punti mi porterebbe quantomeno ad installare Gnome, se non fosse che Unity è troppo diversa dal Windows XP che usano normalmente i miei genitori, e devo ammettere di aver pensato anche di mettere su direttamente XP, se non fosse che è un OS che ha più di 10 anni.

Vedremo le impressioni al loro primo utilizzo, anche se temo vivamente quel momento.

P.S.: il sistema è, come detto, Kubuntu 11.10, aggiornato fino ad oggi con i soli repository ufficiali (quindi nessun PPA in mezzo).

Read Full Post »

Ubuntu 11.10

Ubuntu 11.10

Bè, si potrà dire quel che si vuole, ma di certo non si può non ammettere che Canonical si sta muovendo verso una direzione decisamente interessante… quantomeno nel differenziarsi dalla concorrenza!

Read Full Post »

I have just published the packages for the latest version (R14B03) of Erlang: as usual, you can find them in my PPA.

As a reminder, they have been backported directly from Debian Unstable, without changes, so they work for me and may work for you, but I have published them “as are“, and I am not taking any responsibility for bad behavior.

Read Full Post »

Dopo aver letto l’ultima weekly di Distrowatch, e dopo aver apprezzato il passaggio al font di Ubuntu per il loro sito, ho deciso di provarlo anch’io, ammetto principalmente attirato dal fatto di usare un font nato per Linux e non per un OS diverso.

Il download dovrebbe avvenire automaticamente per chi non lo ha già installato nel sistema, in caso di problemi dovrebbe fare fallback sul Verdana standard. Se ci sono osservazioni di qualche tipo, fate un fischio!

(qui l’ultima weekly, qui le istruzioni per mettere il font in un sito (Google Translator is your friend))

Read Full Post »

Un breve update al post precedente sull’argomento: ho aggiornato i pacchetti del PPA alla versione 14B di Erlang (dalla precedente 14A, un update minore dell’interprete e delle librerie), sempre con un backport da Debian, questa volta experimental; questo ha come principale conseguenza il fatto che i pacchetti potrebbero non essere stabili, per quanto dallo stato degli stessi nel sistema originale sembra che non siano emersi problemi al momento.

Naturalmente, continuerò a seguire il percorso dei pacchetti dall’altra parte, ed i backport da questa parte; vi rimando alle release notes per sapere i cambiamenti rispetto alla versione precedente, da un primo test in locale direi che le applicazioni principali non sembrano dare problemi.

Read Full Post »

Older Posts »